FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

XXXII Seminario dei Laghi "Il rapporto dinamico tra Ospedale e Territorio"

Dal 14.10.2010 al 16.10.2010

Gardone Riviera (BS)
Grand Hotel Gardone Riviera

Apparentemente la tematica del rapporto tra ospedale e territorio non è nuova. La scelta di questo argomento per il Seminario dei Laghi 2010 della Fondazione Smith Kline è stata però indotta dalla coscienza che il tema resta uno dei più importanti e ancora irrisolti per una moderna organizzazione dei sistemi sanitari. I motivi sono vari: dall'aumento delle malattie di lunga durata, all'esigenza da una parte di modernizzare l'ospedale tecnologico dall'altra di far crescere alternative di cura più diffuse, ad una revisione della cultura medica che tenga conto di parametri come la complessità, la durata, l'evolutività dei fenomeni clinici. Nonostante gli studiosi della medicina e dell' organizzazione sanitaria da anni vadano discutendo di queste tematiche non vi sono ancora in letteratura né attorno a noi sperimentazioni che possano fungere da esempi definitivi ai quali ispirarsi. Com'è tradizione pluridecennale dei Seminari dei Laghi, la tematica verrà quindi affrontata da diversi punti di vista (epidemiologico, clinico, tecnologico, organizzativo, strutturale, economico, formativo); infatti il rapporto tra ospedale e territorio è destinato a trovare strade adeguate nel prossimo futuro solo se vi è un forte convincimento che non vi sono alternative se non quelle di un'organizzazione condivisa e armonica. A tal fine è necessario che la "politica", stando dalla parte dei cittadini, imponga alla tecnica di organizzarsi in modo da accompagnare nel tempo chi ha bisogno, senza mai abbandonarlo o chiedendogli di provvedere autonomamente in ambiti che non conosce e che tendenzialmente inducono preoccupazione. La politica a sua volta deve allearsi con chi è attore primario nei vari ambiti "tecnici", in modo che il progetto di cura sia costruito su collaborazioni convinte, concrete, reciprocamente compatibili.

Allegati

Lista eventi

Inizio pagina