FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Titubanza sull’uso vaccino in Italia: un'indagine nazionale

08.02.2018

In Italia, nel 2016, è stata condotta un'indagine trasversale per stimare l'esitazione nell'uso del vaccino e indagare i suoi determinanti tra i genitori di bambini di età compresa tra 16 e 36 mesi.

I dati relativi all'atteggiamento dei genitori e le varie convinzioni sulle vaccinazioni sono stati raccolti attraverso un questionario somministrato online o auto-somministrato presso gli ambulatori dei pediatri e gli asili nido. I genitori sono stati classificati come pro-vaccino, vaccino-titubante o anti-vaccino, secondo lo stato di vaccinazione per: anti-tetano e morbillo auto-segnalati del loro bambino.

La regressione multivariata è stata utilizzata per studiare i fattori associati all'esitazione. Sono stati analizzati 3130 questionari: l'83,7% dei genitori era pro-vaccino, il 15,6% vaccino-titubante e lo 0,7% anti-vaccino. Le regioni legate alla sicurezza sono il motivo principale segnalato per rifiutare (38,1%) o interrompere (42,4%) la vaccinazione. I genitori anti-vaccino e titubanti sono molto più spaventati dei genitori pro-vaccini di reazioni avverse a breve termine (85,7 e 79,7% vs 60,4%) ea lungo termine (95,2 e 72,3% vs 43,7%). La maggior parte dei genitori pro-vaccini e titubanti concordano invece sui benefici delle vaccinazioni.

» Elsevier: "Parental vaccine hesitancy in Italy - Results from a national survey"

Vai all'archivio

Inizio pagina