FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Rapporto Cittadinanzattiva “Diabete: tra la buona presa in carico e la crisi dei territori”

04.04.2018

Nonostante il Piano nazionale Diabete del 2012 sia stato formalmente adottato da tutte le Regioni, il quadro su modalità e strumenti di gestione della patologia diabetica risulta estremamente variegato.

I pazienti diabetici sono persone responsabili, attente ai controlli periodici e pronte ad informarsi sulla propria patologia, ma spesso usurate da burocrazia, attese lunghe e difficoltà nella vita quotidiana, soprattutto a scuola e nel passaggio all'età adulta. Ma anche grandi difficoltà per il rinnovo della patente e i permessi lavorativi fanno la loro parte. Le Regioni, inoltre, procedono in ordine sparso anche in presenza di un Piano nazionale diabete, con differenze rilevanti nella organizzazione dei servizi, nella messa a punto ed erogazione dei percorsi diagnostici, terapeutici ed assistenziali, nella imposizione del ticket e nel controllo dei tempi di attesa con cui sono erogati i controlli.

Il quadro sulla gestione della patologia diabetica, sull'attuazione del Piano nazionale Diabete e sulle esperienze dei pazienti emerge dal primo Rapporto civico "Diabete: tra la buona presa in carico e la crisi dei territori", presentato recentemente a Roma da Cittadinanzattiva.

» Cittadinanzattiva: "Diabete: tra la buona presa in carico e la crisi dei territori"

Vai all'archivio

Inizio pagina