FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Progetto Valore in Prevenzione: come ottimizzare le politiche vaccinali in Italia?

12.10.2018

Realizzare una strategia dell'offerta vaccinale complessiva, strutturata ed evidence-based, e implementarla in modo omogeneo sul territorio nazionale per rendere subito disponibili i vaccini più innovativi. Puntare i riflettori sui gruppi vulnerabili e/o difficili da raggiungere quali immigrati e gruppi svantaggiati dal punto di vista socio-economico. Mettere sotto la lente quei siti "super-spreading" (ad alto rischio contagio) come le scuole. Attuare operazioni di contrasto proattivo a quelle sacche di resistenza alla vaccinazione in grado di facilitare il propagarsi delle epidemie (il cosiddetto fenomeno "Small World"). E ancora, favorire lo sviluppo dell'innovazione digitale per supportare l'informatizzazione dell'anagrafe vaccinale, con un aggiornamento delle schede individuali. Infine, orientare le scelte dei cittadini comunicando la scienza non solo con i nudi dati della ricerca, ma dando valore all'esperienza anche emotiva dei vaccini, attraverso una comunicazione che integra dati scientifici e storytelling.

Sono questi i temi affrontati dal progetto "Valore in Prevenzione" realizzato dalla Fondazione Smith Kline in collaborazione con Vihtali, spin off dell'Università Cattolica, e con Cergas Sda Università Bocconi.

Lo studio, dopo una attenta analisi dei fenomeni che affronta, propone una sorta di "decalogo" di buone pratiche e raccomandazioni finalizzate a ripristinare un livello di copertura vaccinale in grado di proteggere non solo le persone vaccinate ma anche coloro che per ragioni indipendenti dalla loro volontà non lo possono fare, raggiungendo così la cosiddetta "immunità di gregge", un risultato fondamentale di sanità pubblica.

Vai all'archivio

Inizio pagina