FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

La vulnerabilità all'influenza pandemica potrebbe essere maggiore oggi di un secolo fa?

19.10.2018

Non c'è mai stato un momento storico in cui le sfide per controllare e prevenire la diffusione globale delle malattie infettive siano mai state così scoraggianti ", afferma il direttore del CIDRAP Michael Osterholm, PhD, MPH, un esperto di malattie infettive, discutendo del suo nuovo libro, Deadliest Enemy : La nostra guerra contro i germi assassini.
Per decenni, Osterholm è stato impegnato nel dire alla gente ciò che non vogliono necessariamente sentire: le pandemie sono inevitabili; le epidemie possono essere devastanti; il bioterrorismo è una minaccia. E avverte: esistono diverse minacce derivanti dalle malattie infettive che potrebbero fermare il mondo, ma grandi funzionari governativi, professionisti del settore e ricercatori non stanno agendo insieme per fermarli.
Mentre il mondo diventa più interconnesso, le malattie infettive come Zika, Ebola e MERS diventano vere minacce per la salute pubblica. Inoltre, l'influenza ha il potere di uccidere molti milioni della nostra popolazione in un breve periodo.
Così il suo ultimo libro spera di aiutare nella lotta contro queste epidemie. In Deadliest Enemy, Osterholm elabora un "Battle Plan for Survival" con una strategia in nove punti su come possiamo mantenerci più al sicuro dalle minacce emergenti alle malattie infettive. Prevenire una pandemia influenzale globale è la massima priorità del piano.

Per saperne di più:

» www.cidrap.umn.edu/deadliest-enemy-our-war-against-killer-germs

» Jama.com: "Vulnerability to Pandemic Flu Could Be Greater Today Than a Century Ago"

Vai all'archivio

Inizio pagina