FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Eccellenza diagnostica e sicurezza clinica: come sviluppare il pensiero medico?

13.03.2019

Migliorare la diagnosi nell'assistenza sanitaria è considerato il prossimo imperativo per la sicurezza dei pazienti.

I test diagnostici e le terapie in rapida evoluzione e le priorità cliniche nonchè le pressioni concorrenti incontrate dai medici per fornire assistenza sanitaria di alta qualità e a basso costo, fanno di questa situazione una grande sfida. I medici spesso equilibrano i test, probabilmente senza una diagnosi, con il perseguimento di test diagnostici troppo zelanti, che potrebbero essere dannosi e costosi. Sono necessari infatti una rigorosa ricerca e innovazione multidisciplinare da parte della psicologia cognitiva, dei fattori umani, dell'informatica e delle scienze sociali per stimolare i precedenti sforzi attuati per ridurre gli eventuali errori diagnostici. A questo proposito, l'iniziativa della Fondazione Moore, che ha recentemente annunciato una iniziativa da 85 milioni di dollari, per migliorare l'eccellenza diagnostica, potrebbe essere particolarmente evolutiva perché "mira a ridurre i danni causati da diagnosi errate o ritardate" ma anche perché "va oltre l'evitare errori e include la considerazione dei costi, della tempestività e della comodità del paziente."

La messa a disposizione della misurazione delle prestazioni diagnostiche e il conseguente feedback, che utilizza i principi e il punto di vista discussi nell'articolo, potrebbero contribuire a garantire che tale feedback non diventi una minaccia per l'immagine professionale di un medico. La creazione di percorsi efficaci di controllo e informazione all'interno di un sistema sanitario di apprendimento continuo potrebbe formare medici meglio calibrati che siano in grado di evitare un danno da opportunità diagnostiche mancate, oltre che da sovra-diagnosi, over-testing e sovra-trattamento. Il futuro clinico ben calibrato è uno dei percorsi più promettenti per raggiungere l'eccellenza diagnostica, l'appropriatezza clinica e la prevenzione nella gestione delle risorse sanitarie ed economiche.

» Jama: "The Path to Diagnostic Excellence Includes Feedback to Calibrate HowClinicians Think"

» Jama: "Potential Excessive Testing at Scale"

 

Fonte: https://jamanetwork.com/

Vai all'archivio

Inizio pagina