FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

School Padova: focus annuale sul rapporto tra pubblico e privato nel SSN

30.04.2018

La sostenibilità del SSN è una delle sfide future più difficili e più complicate. Il sottofinanziamento del sistema e il progressivo aumento del costo dell'innovazione farmacologica e tecnologica comporta una trasformazione del nostro sistema sanitario ove il ruolo del privato e il rapporto del medesimo con il sistema pubblico diventa l'asse portante di questo processo di trasformazione. Privato che non solo gestisce strutture in campo medico e socio assistenziale, ma progressivamente si affaccia su mercati di gestione e di investimento che l'attuale legislazione, data la carenza di finanziamenti pubblici, norma e incoraggia. Si veda il nuovo codice degli appalti, il DM sulla concorrenza che garantisce a grandi gruppi finanziari l'acquisizione di farmacie territoriali, l'outsourcing non solo più di servizi accessori ma di unità operative e diagnostiche, la crescita di tutto il comparto assicurativo, il turn around o addirittura la gestione affidata a privati di strutture pubbliche a rischio di default.

Di tutti questi temi la scuola di Motore Sanità dedicata al rapporto futuro tra pubblico e privato e il suo impatto sulla società in rapida trasformazione, se ne occuperà con un evento a porte chiuse e un meeting aperto al pubblico per raccogliere e discutere dubbi, proposte e analisi degli esperti del settore, dei cittadini e degli operatori della sanità e del welfare del nostro paese.

La sanità pubblica e quella privata «non devono andare in competizione - sostiene Domenico Mantoan, direttore generale della Sanità della Regione Veneto - ma devono collaborare, ognuno ha dei compiti ben precisi. Il privato ospedaliero rappresenta il 18% dei posti letto in Veneto, è un privato a cui abbiamo affidato dei settori ben definiti, in particolare l'ortopedia, la chirurgia e la riabilitazione, in alcuni casi fa anche da presidio ospedaliero per una zona. Noi abbiamo rispettato i patti: abbiamo dato budget e tariffe certe con pagamento delle loro prestazioni entro 60 giorni. Questa è la sintesi di un rapporto tra sistema sanitario pubblico e privato che al nostro sistema regionale ha dato risultati positivi negli ultimi cinque anni. Il futuro - anticipa Mantoan - è la gestione del territorio, di fronte a un popolazione che invecchia ed è accompagnata anche da qualche malattia: per alcune strutture territoriali, come gli ospedali di comunità e altre forme assistenziali, una delle ipotesi è quella di sperimentare delle formule assieme al privato accreditato».

Il rapporto futuro tra servizio sanitario pubblico e privato sono stati al centro della School di Padova 2018, evento organizzato da Motore Sanità per raccogliere e discutere dubbi, proposte e analisi degli esperti del settore, dei cittadini, degli operatori e del welfare italiano sulla trasformazione in atto nel sistema sanitario.

» www.motoresanita.it/wordpress/events/school-padovafocus-annuale-sul-rapporto-pubblico-privato-nel-ssn/

» Comunicato Stampa: "Nella produzione di servizi sanitari pubblico e privato quasi alla pari"

» Relazione finale School Padova, 'focus' tra esperti sul rapporto pubblico/privato nel Ssn

Vai all'archivio

Inizio pagina