FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Le tendenze future nella prevalenza di gravi limitazioni di attività tra gli anziani in Europa

10.11.2017

Le popolazioni mondiali stanno invecchiando.

In paesi a medio-reddito o superiore e ad alto reddito, l'aspettativa di vita sta aumentando e i tassi di fertilità stanno diminuendo, portando ad un aumento percentuale di popolazione invecchiata. Tuttavia, c'è la mancanza di una prova inconfutabile se questi cambiamenti demografici sono accompagnati da un aumento effettivo di persone fragili o morbose.

Lo stato di salute della popolazione più anziana ha sollevato da un lato più di un interesse pubblico sul tema e da un altro sono molte le discussioni nei paesi che temono un aumento dei costi economici causati da questo invecchiamento.

Per esempio, all'inizio degli anni 2000, l'aspettativa di vita sana ha mostrato solo un piccolo cambiamento per gli uomini e per le donne europei in contrasto con la loro aspettativa complessiva di vita, considerando che, ad esempio in Austria, il livello è aumentato significativamente tra gli anni 1980 e 2000. Altri studi hanno mostrato che negli Stati Uniti sono i più istruiti nella popolazione a sperimentare una certa compressione della morbilità, mentre le fasce a più bassa istruzione hanno mostrato un'espansione di questi dati.

» BMJ: "Future trends in the prevalence of severe activity limitations among older adults in Europe: a cross-national population study using EU-SILC"

Vai all'archivio

Inizio pagina