FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Farmaci oncologici in USA: i costi salgono nonostante la concorrenza

10.11.2017

"Questo è il primo studio che analizza sistematicamente i cambiamenti dei prezzi dei farmaci oncologici nel tempo e la correlazione con la struttura del loro mercato".

Questo è quanto sostengono i ricercatori dell'Università Ben-Gurion del Negev (BGU), del Rabin Medical Center e dell'università di Tel Aviv in Israele, in collaborazione con Emory University di Atlanta.

"Il nostro obiettivo era quello di misurare sistematicamente le traiettorie di costo dei singoli farmaci antitumorali dopo il loro lancio negli Usa e di conseguenza determinare se i prezzi aumentano nel tempo in modo episodico o si tratta di un fenomeno più ampio".

I ricercatori hanno quindi misurato le traiettorie mensili di prezzo di 24 farmaci approvati dalla Food and Drug Administration e valutato l'influenza della struttura del mercato sui cambiamenti dei prezzi.

Per tenere conto degli sconti e dei premi sugli obbiettivi di vendita, il team di ricerca ha utilizzato i prezzi medi di vendita pubblicati dai Centri per Medicare e Medicaid Services, adattati ai tassi di inflazione in generale e sanitari. Per ogni farmaco, i ricercatori hanno poi calcolato le variazioni cumulative e annuali dei costi di ogni singolo farmaco.

Indipendentemente dalla concorrenza o da ulteriori indicazioni supplementari, lo studio ha riscontrato un costante aumento dei costi dei farmaci anticancro brevettati nel corso del periodo testato e di conseguenza la necessità di individuare nuovi e più adeguati processi regolatori.

» JCO: "Trajectories of Injectable Cancer Drug Costs After Launch in the United States"

Vai all'archivio

Inizio pagina