FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Determinanti sociali della salute nell'era digitale: il ruolo dei social media

21.01.2019

L'ambito e i tipi dei dati disponibili nei social network rappresentano risorse potenziali in crescita per decifrare e affrontare i determinanti sociali della salute.

Tra il 2005 e il 2018, l'uso dei social media tra gli individui negli Stati Uniti è aumentato dal 5% al ​​69% . Nel 2016 il Pew Research Center ha rilevato che Facebook era la piattaforma più popolare, utilizzata dal 68% della popolazione statunitense ( Il 76% dei quali ha visitato il sito quotidianamente, impegnandosi per quasi un'ora al giorno), seguito da Instagram, Pinterest, LinkedIn e Twitter. I profili degli utenti dei social media rappresentano archivi di attività e connessioni delle persone, che possono essere potenzialmente curati in tempo reale. Inoltre, le relazioni tra i social media e tra gli utenti sono strutture di reti sociali dinamiche che intrecciano persone, luoghi e loro interessi. Queste informazioni hanno il potenziale per migliorare la comprensione dei determinanti sociali della salute in maniera più profonda di quanto le fonti tradizionali di dati precedenti non abbiano mai permesso, e sono, a loro volta, capaci di identificare nuovi obiettivi che potrebbero influenzare significativamente i risultati della salute.

Tuttavia, insieme a un significativo potenziale beneficio, questo tipo di ricerca offre anche rischi potenziali e sfide chiare.

Come è stato fatto per il Progetto genoma umano, il primo passo sarà quello di stabilire il quadro giuridico ed etico per questo sforzo. I dati dei social network sollevano sfide uniche rispetto alla de-identificazione, oltre i tipici identificatori demografici. Ad esempio, quando una persona pubblica una frase semplice, l'esatta composizione delle parole usate può diventare una forma di identificazione a sé stante; lo sviluppo delle tecniche per de-identificare questo tipo di dati richiederà un ripensamento sugli approcci più appropriati. Contemporaneamente, gli investimenti nella ricerca verso la creazione di specifici "set di dati sintetici" (ovvero insiemi di dati che mantengono associazioni ma che hanno rimosso i dati originali) possono servire a far avanzare la sicurezza e la privacy per la successiva iterazione di questo modello ricerca.

» Jama.com: "Social Determinants of Health in the Digital Age Determining the Source Code for Nurture"

Vai all'archivio

Inizio pagina