FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Può funzionare la psicoterapia online?

13.06.2017

Un programma di counselling attraverso il web potrebbe rappresentare un ottimale completamento del trattamento psicoterapeutico in studio per chi soffre di depressione. In altre parole, anche la soluzione di supporto online potrebbe rivelarsi utile per chi deve affrontare una depressione media o moderata.

Un trattamento variabile da tre a sei mesi dopo il termine della terapia "classica" frontale, quindi, potrebbe continuare a produrre benefici. A dirlo è una ricerca coordinate da Charles Koransky, psichiatra all'Università del Maryland, presentata in occasione del congresso dell'American Psychiatric Association tenutosi a San Diego. Sull'altro piatto della bilancia, in ogni caso, va posta la precisione della diagnosi: nelle forme più gravi di depressione questo rapporto "mediato" può rivelarsi addirittura controproducente o pericoloso.

Lo studio ha preso in esame i risultati di 14 ricerche che hanno considerato il valore della terapia cognitivo-comportamentale online. Il trattamento online, che segue l'approccio classico, si è dimostrato utile, sia che sia stato condotto attraverso forum di discussione, posta elettronica o anche più semplicemente al telefono, sia per controllare i sintomi meno gravi sia per favorire il mantenimento dei risultati ottenuti.

Vai all'archivio

Inizio pagina