FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Obesità: Relative fat mass (RFM), un nuovo indice più accurato del BMI

17.09.2018

L'obesità, uno stato di eccessivo accumulo di grasso corporeo, è un importante fattore di rischio per molteplici patologie croniche tra cui diabete, malattia coronarica, ipertensione e alcuni tipi di cancro: l'alta percentuale di grasso corporeo intero è indipendentemente associata ad un aumento della mortalità.

La ricerca ha puntato a identificare una semplice equazione antropometrica lineare che è più accurata dell'indice di massa corporea (BMI) per stimare la percentuale di grasso corporeo tra gli individui adulti.

Per lo sviluppo del modello sono stati utilizzati i dati relativi al National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 1999-2004 (n = 12.581) e sono stati utilizzati i dati NHANES 2005-2006 (n = 3.456) per la validazione del modello. Dai 365 indici antropometrici generati, l'equazione finale selezionata era la seguente: 64 - (20 × altezza / circonferenza vita) + (12 × sesso), indicata come massa grassa relativa (RFM); sesso = 0 per gli uomini e 1 per le donne.

Nel dataset di validazione, rispetto al BMI, l'RFM ha predetto in modo migliore la percentuale di grasso corporeo intero, misurata mediante assorbimetria a raggi X a doppia energia (DXA), tra donne e uomini. RFM ha mostrato una migliore accuratezza rispetto al BMI e ha avuto meno casi di falsi negativi di obesità definita dal grasso corporeo sia tra donne che uomini. RFM ha ridotto l'errata classificazione dell'obesità totale tra tutte le donne e tutti gli uomini e, in generale, tra messicani-americani, europei-americani e afro-americani.

Nel presente studio, vengono esplorati sistematicamente più di 350 indici antropometrici con l'obiettivo di identificare una semplice equazione antropometrica lineare più accurata del BMI come potenziale strumento alternativo a fini clinici ed epidemiologici per stimare la percentuale di grasso corporeo intero tra individui adulti, donne e maschi.

Il secondo obiettivo dello studio era valutare la sua utilità clinica.

» Relative fat mass (RFM) as a new estimator of whole-body fat percentage ─ A cross-sectional study in American adult individuals

Vai all'archivio

Inizio pagina