FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

New York e Sydney: Ruolo dell’immunosoppressione e delle vaccinazioni pregresse in un modello teorico di riemergenza del vaiolo

13.03.2018

E' stato creato un modello teorico (SEIR: suscettibile, esposto, infetto, recuperato) di trasmissione del vaiolo per New York, Stati Uniti e Sydney, New South Wales, Australia, che rappresenta l'immunosoppressione della popolazione specifica per età e l'immunità residua del vaccino e la sua sensibilità, conducendo poi un'analisi per stimare l'effetto che questi parametri potrebbero avere sulla riemersione del vaiolo.

Almeno il 19% a New York e il 17% della popolazione di Sydney, sono immunodepressi. Sulla base del modello SEIR i più alti tassi di infezione del vaiolo erano in soggetti di età compresa tra 0 e 19 anni, ma i più alti tassi di mortalità erano in quelli con più di 45 anni di età. A causa del basso livello di immunità ai vaccini residui, l'immunosoppressione è stata più influente della vaccinazione sui tassi di morte e di infezione in questo modello. Nonostante la vaccinazione contro il vaiolo è stata diffusa fino al 1980 a New York, la gravità dell'epidemia di vaiolo sarebbe peggiorata a New York rispetto a Sydney.

L'immunosoppressione è molto diffusa e dovrebbe essere presa in considerazione nei futuri modelli di epidemia di vaiolo perché escludere questo fattore probabilmente sottostima i tassi di mortalità e infezione.

» CDC: "Influence of Population Immunosuppression and Past Vaccination on Smallpox Reemergence"

» Influence of Population Immunosuppression and Past Vaccination on Smallpox Reemergence

Vai all'archivio

Inizio pagina