FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Nell'era della medicina di precisione e dei Big Data, chi è normale?

30.04.2018

La definizione di valore "normale" per i test di laboratorio comuni spesso governa la diagnosi, il trattamento e la gestione complessiva della saluta degli individui testati. Alcuni risultati dei test possono dipendere dai tratti demografici della popolazione sottoposta a test, compresi età, razza e sesso. Idealmente, i risultati dei test di laboratorio dovrebbero essere interpretati in riferimento a una popolazione di individui "sani" "simili". In molti contesti, tuttavia, non è chiaro esattamente chi siano questi individui.

Quanta stratificazione della popolazione e quali sono i criteri per definire gli individui sani come ottimali? In particolare, con l'evoluzione della medicina in medicina completamente personalizzata o "di precisione" e la disponibilità di set di dati su larga scala, potrebbe essere interessante cercare di far corrispondere ciascuna persona ad una popolazione di riferimento normale sempre più granulare. Questo livello di precisione e di dettaglio è fattibile da ottenere in modo affidabile ed in più, migliorerà la pratica clinica?

» Jama.com: "In the Era of PrecisionMedicine and Big Data, Who Is Normal?"

Vai all'archivio

Inizio pagina