FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Intelligenza Artificiale e Big Data in diabetologia

29.11.2018

Da tempo la maggior parte delle attività quotidiane di tipo clinico si è rivelata avere notevoli componenti di tipo digitale.

Questo cambiamento sta influenzando anche il lavoro dei diabetologi.

La salute digitale tiene conto della crescente sinergia tra tecnologie mediche avanzate, innovazione organizzativa e comunicazione digitale.

Grazie alla disponibilità delle cosiddette " Machine Learning" si potrebbero ottenere un valore maggiore dai dati in quanto consente non solo di effettuare una valutazione descrittiva (analisi dei rapporti precedenti) ma anche di identificare schemi e suggerire previsioni derivanti da un ragionamento induttivo che appartiene alla mente umana.

Nel campo del diabete questi strumenti di analisi possono aiutare a definire nuovi fattori di rischio sia relativi alle cause del diabete che alle sue complicanze e, pertanto, possono guidare le scelte terapeutiche.

Un ulteriore miglioramento nell'analisi dei dati è l'analisi prescrittiva: i software di Machine Learning che rivelano una facilità di previsione, consentono l'utilizzo di modelli "what-if" con i quali è possibile capire se e come, modificando determinati fattori, si possa migliorare il risultato, identificando così il comportamento ottimale.

Oggi la cura del diabete si trova ad affrontare diverse sfide: la diminuzione numero di diabetologi, il numero crescente di pazienti, il ridotto tempo concesso per le visite mediche, la crescente complessità della malattia, sia dal punto di vista clinico che di cura del paziente, la difficoltà di raggiungere gli obiettivi clinici rilevanti, il peso crescente della gestione della malattia sia per l'operatore sanitario che per il paziente, accessibilità delle cure e sostenibilità sanitaria.

In questo contesto, le nuove tecnologie digitali e l'uso dell'intelligenza artificiale rappresentano sicuramente una grande opportunità.

Questo lavoro è il risultato di un'attenta analisi della letteratura attuale e rappresenta la visione di AMD su questo argomento controverso che, se ben utilizzato, potrebbe essere la chiave per una grande innovazione scientifica.

» JAMD: "Intelligenza Artificiale e Big Data in ambito diabetologico. La prospettiva di AMD"

Vai all'archivio

Inizio pagina