FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Big Data e modelli di apprendimento automatico in ambito sanitario

04.04.2018

Quasi tutti gli aspetti della vita moderna sono in qualche modo modificati dai cosiddetti big data e dalla introduzione del concetto di apprendimento automatico.

Netflix sa quali film gli abbonati amano guardare e Google sa cosa le persone vogliono sapere in base alle loro cronologie di ricerca. Infatti, Google ha recentemente iniziato a sostituire gran parte della sua tecnologia di apprendimento attualmente esistente con algoritmi di apprendimento automatico, e c'è un grande ottimismo sul fatto che queste tecniche possano fornire miglioramenti simili in molti settori.
Non sorprende quindi che anche la medicina sia interessata dalle aspettative di una rivoluzione determinata sia dall'applicazione del cosiddetto "machine learning" che dai Big Data sanitari.

Recenti esempi hanno dimostrato che questi elementi possono creare algoritmi che funzionano in determinati contesti alla pari con i medici in carne ed ossa.

Infatti, sebbene l'apprendimento automatico e i big data possano sembrare misteriosi all'inizio, sono in realtà profondamente correlati ai modelli statistici tradizionali che sono utilizzabili dalla maggior parte dei medici . La speranza è che la diffusione di queste connessioni semplificherà e renderà concrete una serie di aspettative ragionevoli per il ruolo di queste tecniche nell'assistenza sanitaria.

» Jama.com: "Big Data and Machine Learning in Health Care"

Vai all'archivio

Inizio pagina