FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

La salute del respiro: epidemiologia, costi sanitari ed implicazioni sociali delle malattie respiratorie croniche ostruttive

24.01.2008

Ancona
Auditorium “Sandro Totti” - Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona
Via Conca 1, Loc. Torrette

Le malattie respiratorie sono la prima causa di invalidità nella Comunità Europea. Secondo l'organizzazione Mondiale della sanità (OMS), le 5 più importanti malattie respiratorie non solo causano il 17% di tutte le morti, ma sono alla base di ben il 13% di tutti gli anni di vita in buona salute persi (per invalidità o morte). In Italia le malattie respiratorie, dopo le malattie cardiovascolari e neoplastiche, rappresentano la terza causa di morte: 68.000 morti ogni anno. Fra queste le malattie respiratorie croniche ostruttive, in particolare la Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), sono un problema crescente che, anche a causa dell'invecchiamento della popolazione, hanno una prevalenza destinata ad aumentare. Le stime per i prossimi 15 anni proiettano la BPCO come terza causa di morte nel mondo. Questa patologia limita fortemente le normali attività dei pazienti che ne sono affetti e compromette la qualità della loro vita. Quasi tre pazienti su quattro hanno difficoltà a compire semplici gesti quotidiani a causa della compromessa tolleranza all'esercizio per difficoltà respiratorie. La BPCO inoltre è, fra le malattie respiratorie, la causa principale di ospedalizzazione. La lotta alla BPCO si realizza con adeguati programmi di prevenzione e trattamento, come la lotta al fumo, e agli inquinanti presenti nell'ambiente; con la diagnosi precoce con strumenti standardizzati come la spirometria e con terapie farmacologiche e riabilitative tempestive ed appropriate in grado di prevenire o ritardare l'invalidità e rallentare la progressione verso stadi più gravi di malattia. Viene quindi proposto un programma formativo che ha come obiettivo quello di fornire agli operatori sanitari delle discipline individuate nella scheda di partecipazione, interessati ad aspetti di programmazione sanitaria, un'analisi regionale ed italiana dell'epidemiologia, costi sanitari ed implicazioni sociali delle malattie respiratorie croniche ostruttive ed eventuali proposte di intervento operativo da considerare nella programmazione sanitaria regionale e nei programmi formativi aziendali della medicina generale.

Allegati

Lista eventi

Inizio pagina