FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Symposium: Scienza, Salute, Persona

13.10.2006

Verona
Auditorium GlaxoSmithKline
Via Fleming, 4 - Verona

Il tempo in cui viviamo è caratterizzato dalla modernità. Questo concetto, per certi versi ambiguo e non lineare, porta con se enormi potenzialità positive di sviluppo tecnico e scientifico e grandi rischi di involuzione etica e sociale.
La sfida e la scommessa che la modernità pone è in ogni caso ineludibile.
La società tutta da cui noi partiamo per le nostre riflessioni, non può prescindere dalla centralità della persona e dalla "sacralità" della vita. Per cui tutte le attività umane, manuali e intellettuali, devono essere informate a questo principio.
La ricerca scientifica, in questo contesto, si muove su un terreno estremamente delicato caratterizzato da un cambio di paradigma epocale: superata la fase caratterizzata dalla sola "scoperta" oppure dall'effetto combinato di "scoperta e invenzione" la ricerca si è avviata sul difficile, controverso terreno della "creazione".
Questa considerazione provoca immensi problemi antropologici ed etici.
Può essere messa in discussione la libertà della ricerca?
La risposta sta forse in alcuni principi irrinunciabili: la libertà della conoscenza deve essere garantita ma le modalità, gli scopi ed i risultati della ricerca scientifica devono essere governati da regole precise e condivise, finalizzate alla difesa ed alla valorizzazione della persona umana, solo così sarà possibile ottenere un vero progresso foriero di benessere per tutta l'umanità. A maggior ragione, su un piano ovviamente diverso, l'organizzazione dei sistemi di protezione della salute, caratterizzati da una domanda potenzialmente infinita e da un'offerta che crea essa stessa domanda, in un contesto di crescente scarsità di risorse, deve vedere al centro dell'impegno dei decisori politici e dei programmatori, la persona come referente decisivo, considerata in tutta la sua inviolabile dignità.
Equità nell'accesso ai servizi, diffusione dell'innovazione, corretta allocazione delle risorse sono punti di riferimento indispensabili nei confronti dei sistemi di tutela della salute.

Per discutere di questi temi l'Ufficio Nazionale per la Pastorale della Sanità della Conferenza Episcopale Italiana e la Fondazione Smith Kline organizzano un Symposium Scientifico-Etico su "Scienza, Salute, Persona" che si tiene a Verona presso l'Auditorium del Centro Ricerche GlaxoSmithKline in data 13 ottobre 2006 nell'orizzonte delle tematiche previste dal IV Convegno Ecclesiale Nazionale che si svolgerà nella città scaligera dal 16 al 20 ottobre 2006. Per consentire la preparazione più appropriata di questo Symposium, sono stati promossi tre incontri di approfondimento.
Gli incontri, che si sono tenuti a Roma presso la sede dell''Ufficio Nazionale per la Pastorale della Sanità della Conferenza Episcopale Italiana e a Verona, presso il Centro Mons. Carraro, hanno affrontato uno ad uno i temi del Symposium, ovvero la centralità della persona nella ricerca scientifica e nell'assistenza sanitaria e hanno visto la partecipazione di qualificati esperti, di diversa estrazione professionale e formazione culturale.

Allegati

Tendenze nuove - Numero speciale

Lista eventi

Inizio pagina