FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Un nuovo progetto di ricerca traslazionale made in Italy

23.05.2016

Curare al meglio i bambini che nascono sieropositivi per "negativizzare" immediatamente l'infezione da virus HIV-Aids e sviluppare più rapidamente, grazie alle cellule dei più piccoli, farmaci che nel futuro potrebbero eliminare per lunghi periodi, e forse definitivamente, il virus dall'organismo dei malati (anche adulti), azzerando, o almeno riducendo significativamente, le nicchie di resistenza all'interno delle quali i farmaci di oggi non riescono ad agire.

Parte dall'Italia una nuova affascinante sfida al virus dell'Aids. Grazie alla piattaforma di Fondazione Penta, network internazionale che riunisce centri universitari di altissimo livello in tutto il mondo, e all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, prende il via il progetto di ricerca traslazionale "EPIICAL". Dalle cellule dei bambini, che rappresentano un modello unico di sviluppo del virus e della malattia, sarà possibile accelerare la messa a punto di farmaci innovativi, capaci di agire su nuovi target e addirittura di aprire la strada all'immunoterapia specifica.

L'obiettivo non è solo bloccare la replicazione virale, ma arrivare a determinare fasi di remissione della patologia e quindi di temporanea sospensione del trattamento. L'iniziativa di ricerca, che coinvolge 26 centri in tutto il mondo, è sostenuta da un grant di Viiv Healthcare pari a otto milioni di euro.

Torna alla lista

Inizio pagina