FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

UK, un Servizio Sanitario Nazionale lungo 7 giorni

29.05.2015

Un servizio sanitario universale, erogato sette giorni su sette, descritto nel discorso del Primo Ministro inglese lo scorso 18 maggio, rappresenta un segnale benvenuto, quando solo poche settimane fa, in vista delle elezioni generali, c'era una forte preoccupazione sul fatto che il NHS avrebbe avuto un futuro sotto un governo conservatore. Ma il nuovo modello di servizio proposto ha incontrato l'opposizione di molti che ritengono che il NHS sta già lottando per fornire assistenza sanitaria di alta qualità per cinque giorni alla settimana e la paura è che l'espansione fino a sette giorni del servizio di assistenza di routine ne metterebbe a rischio la stabilità finanziaria e metterebbe in crisi la forza lavoro impiegata.

Infatti, l'ambizioso obiettivo di coniugare un accesso flessibile con l'eccellenza clinica su scala nazionale, è una sfida che avrà bisogno di considerare realisticamente l'uso delle risorse e della relativa l'efficienza. La cosa più importante: il personale NHS deve percepire di poter raccogliere la sfida. Anche se gli operatori hanno l'esperienza necessaria per avere successo, il personale avrà bisogno della disponibilità di risorse di gran lunga migliori, di investimenti adeguati, e di tutta l'accortezza per evitare il carico di lavoro che comporterà l'erogazione di un servizio complesso per sette giorni consecutivi. Date le preoccupazioni del passato, l'impegno dichiarato del governo al NHS appare benvenuto.

Ma occorre comunque essere vigili. Solo quando il NHS sarà opportunamente ri-rinvigorito da finanziamenti, di assunzione di personale e di leadership, sarà possibile soddisfare le crescenti richieste di assistenza sanitaria universale in modo sostenibile e orientata al paziente.

» Visualizza l'articolo di "The Lancet" (PDF)

Torna alla lista

Inizio pagina