FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

I vizi del cinema sono cattivi maestri per i giovani?

09.11.2015

Ricordate Humprey Bogart con la classica sigaretta che pendeva dalle labbra? Quanti giovani hanno preso esempio da quella posa del grande attore! Oggi la scienza ha fatto in modo che il cinema non sia cattivo maestroin questo senso, ma ci sono ancora tanti film che mostrano come "positivi" il consumo di sigarette e alcolici: una tendenza che si può ripercuotere sui giovani, come mostrano alcune ricerche. Nonostante le proibizioni di alcuni Governi, i "vizi" permangono ancora sullo schermo.

Lo prova la ricerca apparsa su BMC Public Health, condotta dall'Università della Crolina del Sud. Lo studio ha preso in esame 520 pellicole americane e 337 di sei Paesi europei e due dell'America latina, realizzati tra il 2004 e il 2009. I film islandesi sono quelli in cui è più elevato il consumo di tabacco, mentre i più virtuosi sono quelli olandesi. Per quanto riguarda gli alcolici, scene legate al consumo di bevande contenenti alcol sono presenti dal 75 al 97 per cento delle pellicole esaminate.

Torna alla lista

Inizio pagina